Agrigento. San Calò, il santo nero.

E’ necessario sentirsi coinvolti in quello che si ritaglia attraverso il mirino. Fotografare è riconoscere nello stesso istante e in una frazione di secondo un fatto e l’organizzazione rigorosa delle forme percepite visualmente che esprimono e significano quel fatto. E’ mettere sulla stessa linea di mira la testa, l’occhio e il cuore. E’ un modo […]

Read More Agrigento. San Calò, il santo nero.

Settimana Santa in Sicilia

“Se non quel tanto di religione atavica che si vedeva nella paganità (…) alla quale si aggiunge una ugualmente atavica contemplazione della morte. (…) Una festa religiosa in Sicilia è tutto tranne che una festa religiosa. E’, innanzi tutto, un’esplosione esistenziale; l’esplosione dell’es collettivo, in un paese dove la collettività esiste solo a livello dell’es. […]

Read More Settimana Santa in Sicilia

Agrigento: perdersi in manicomio

  Follia, ovvero il pianeta degli uomini invisibili. [ …riconoscere la follia là dove essa ha origine, come dire, nella vita ] «Io ho detto che non so che cosa sia la follia. Può essere tutto o niente. E’ una condizione umana. In noi la follia esiste ed è presente come lo è la ragione. […]

Read More Agrigento: perdersi in manicomio

Feste religiose in Sicilia

  Sicilia. Il rito, il sacro, il miracolo, il sogno, l’estasi: la festa. “Per me che uso la macchina fotografica è interessante uscire dal piano orizzontale della realtà, avere la possibilità di un dialogo stimolante perché le immagini abbiano un respiro irripetibile. Riscrivere le cose cambiando il segno, la conoscenza abituale dell’oggetto, dare alla fotografia […]

Read More Feste religiose in Sicilia