Agrigento. San Calò, il santo nero.

E’ necessario sentirsi coinvolti in quello che si ritaglia attraverso il mirino. Fotografare è riconoscere nello stesso istante e in una frazione di secondo un fatto e l’organizzazione rigorosa delle forme percepite visualmente che esprimono e significano quel fatto. E’ mettere sulla stessa linea di mira la testa, l’occhio e il cuore. E’ un modo […]

Read More Agrigento. San Calò, il santo nero.

Settimana Santa in Sicilia

“Se non quel tanto di religione atavica che si vedeva nella paganità (…) alla quale si aggiunge una ugualmente atavica contemplazione della morte. (…) Una festa religiosa in Sicilia è tutto tranne che una festa religiosa. E’, innanzi tutto, un’esplosione esistenziale; l’esplosione dell’es collettivo, in un paese dove la collettività esiste solo a livello dell’es. […]

Read More Settimana Santa in Sicilia

Feste religiose in Sicilia

  Sicilia. Il rito, il sacro, il miracolo, il sogno, l’estasi: la festa. “Per me che uso la macchina fotografica è interessante uscire dal piano orizzontale della realtà, avere la possibilità di un dialogo stimolante perché le immagini abbiano un respiro irripetibile. Riscrivere le cose cambiando il segno, la conoscenza abituale dell’oggetto, dare alla fotografia […]

Read More Feste religiose in Sicilia

Paris

“Le fotografie possono essere ricordate più facilmente delle immagini in movimento, perchè sono una precisa fetta di tempo anzichè un flusso. Ogni fotografia è invece un momento privilegiato, trasformato in un piccolo oggetto che possiamo conservare e rivedere.” Susan Sontag

Read More Paris

Omaggio a Robert Doisneau

“Le souvenir de ces moments est ce que je possède de plus précieux. Peut-etre à cause de leur rareté. Un centième de seconde par-ci, un centième de seconde par-la, mis bout à bout, cela ne fait jamais qu’une, deux, trois secondes chipées à l’éternité.” Robert Doisneau

Read More Omaggio a Robert Doisneau